Project Description

La città ha origine greche e ciò è confermato dal toponimo (dal greco monos e polis) che la indica come città unica. La sua singolarità è legata alla sua storia in cui si sono succedute tante dominazione e alle sue tradizioni, ma anche alle uniche bellezze paesaggistiche. Monopoli può essere definita “la città delle chiese” per la ricchezza di questi luoghi di culto di epoche e stili differenti, romaniche o barocche. Molte delle quali concentrate, le più interessanti, nel suo centro storico.

Maestosa è la cattedrale barocca, costruita intorno al mille per volontà del Vescovo Romualdo, dedicata alla Madonna della Madia, protettrice della città e festeggiata il 16 dicembre e il 15 agosto con una caratteristica cerimonia a mare che ricorda l’approdo. Nella Chiesa vengono conservati preziosi dipinti della scuola veneziana, del Seicento Napoletano e del ‘700 pugliese, oltre a capitelli ed archi in stile romanico, provenienti dalla primitiva basilica i cui resti si visitano nell’adiacente museo, alla base dell’alto campanile.

Di pregevole fattura è la Basilica Romanica di Santa Maria degli Amalfitani, con la cripta sotterranea. Tante sono anche le chiese rupestri sparse nell’ intero territorio, tra le quali le più famose sono quella della Madonna del Soccorso, Spirito Santo, Masseria Santa Cecilia, Lamalunga. Senza dimenticare le tante masserie fortificate  di cui sono costellate le oltre centro contrade dell’immenso agro.  Monopoli è adagiata sul litorale Adriatico e la sua costa si presenta molto varia: bassa, frastagliata con scogliere e ricca di stupende insenature che ospitano piccole lingue di sabbia dorate. Più a sud il “Capitolo” è la frazione balneare con lunghe spiagge e dune sabbiose, con strutture ricettive e numerosi locali notturni.